L’invito

L’invito riabilita il rapporto e nella sua natura si ritrova l’idea del dono.

L’invito deve essere posto di persona o in una modalità il più corporea e umana possibile.

I luoghi e i perché dell’invito possono essere difficili, suonare contraddittori e bislacchi.
L’invito è la miccia per immaginare qualcosa che ci sarà, la scintilla che inizia a farci pensare a qualcosa che accadrà.
L’invito non finisce nell’evento cui si è stati invitati ma con il pensiero che con esso si scaturisce, con le domande, la curiosità, la voglia di voler partecipare, l’immaginare come sarà.

Nell’invito non pervenuto o non accettato si compie il fascino del non conoscere e del non sapere cosa è accaduto.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...